Andrà tutto bene

andrà tutto bene
Andrà tutto bene

Andrà tutto bene, questa è la frase che in questi giorni sentiamo più spesso. Giorni importantissimi per l’Italia. Da questa settimana il governo ha deciso di intraprendere una strada più dura per sconfiggere questo nuovo virus. A partire dall’8 Marzo la popolazione italiana ha dovuto cambiare il proprio stile di vita. Si è partiti con una individuazione di varie zone rosse nella sola Lombardia per poi arrivare al decreto del 10 Marzo in cui tutta la nazione ha duvuto seguire la stessa sorte. Adesso ci attendono giorni e settimane in cui i cittadini dovranno gestire la propria vita senza relazioni sociale.

In tutto questo trambusto sociale abbiano deciso di seguire la piccola Carolina di 6 anni e il suo disegno “Andrà tutto bene”. Dobbiamo essere fiduciosi e credere in noi stessi. I bambini non hanno le nostre stesse paure e proprio da loro, in questi giorni, dobbiamo accettare il consiglio e affrontare la vita in maniera più spensierata.

Questa che riportiamo è una parte della bella riflessione di Francesca Morelli

“Credo che il cosmo abbia il suo modo di riequilibrare le cose e le sue leggi, quando queste vengono stravolte. Il momento che stiamo vivendo, pieno di anomalie e paradossi, fa pensare… In una fase in cui il cambiamento climatico causato dai disastri ambientali è arrivato a livelli preoccupanti, la Cina in primis e tanti paesi a seguire, sono costretti al blocco; l’economia collassa, ma l’inquinamento scende in maniera considerevole. L’aria migliora; si usa la mascherina, ma si respira… In un momento storico in cui certe ideologie e politiche discriminatorie, con forti richiami ad un passato meschino, si stanno riattivando in tutto il mondo, arriva un virus che ci fa sperimentare che, in un attimo, possiamo diventare i discriminati, i segregati, quelli bloccati alla frontiera, quelli che portano le malattie… “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *